Acconciature: le novità

La donna moderna si prende sempre più cura del proprio look, preferisce capi d’abbigliamento di stile ma comodi allo stesso tempo, ed ama soprattutto avere i capelli sempre in ordine.

Nella vita di tutti giorni così frenetica è sempre in corsa contro il tempo, proprio per questo ha deciso di scegliere un taglio facile e gestibile, meglio se medio o corto, rinunciando ad una chioma lunga e fluente.

Punta su tagli asimmetrici o scalati, che valorizzano i lineamenti del volto, spopolano i classici caschetti rigorosamente lisci, ai quali donare un effetto bagnato, come quelli delle dive.

I corti che piacciono di più

Sempre di tendenza il famoso pixie cut caratterizzato dal taglio sfilato, scalato e super spettinato, da portare tirati indietro o con un bel ciuffo laterale, con la giusta messa in piega, possono essere modellati in tanti look diversi.

Più che mai attuale il blunt cut nella versione super liscia, con frangia lunga o con riga laterale, semplice da portare per un look naturale e giovane.

Se proprio non sapete rinunciare al fascino del capelli lunghi, optate almeno per un taglio scalato e portateli rigorosamente lisci, come detta la moda di quest’anno, sarà la frangia ampia e corposa che metterà in risalto gli occhi e gli zigomi.

Un liscio perfetto

Dopo l’asciugatura per ottenere un liscio perfetto bisogna utilizzare i prodotti giusti, come ad esempio una buona piastra, ma se nonostante i vostri sforzi non ottenete i risultati desiderati, ed i vostri capelli non sono come quelli fatti dal parrucchiere, forse commettete qualche errore.

Il segreto non è nel fatto che voi siete maldestre, piuttosto tutto dipende dall’attrezzo usato dal vostro parrucchiere.

Nei saloni di bellezza il professionista oltre ad avere anni di esperienza alle spalle usa un tipo di piastra professionale la GHD, ovvero la Gold Classic Styler, leggera e di altissima qualità.

Perfetta per trattare qualunque tipo di capello, sia quello femminile che quello maschile, con ottimi risultati su qualunque lunghezza.

Le lamelle ristrette permettono di lavorare ciocche cortissime, perché consentono di arrivare alla radice e modellarli a fondo, le punte arrotondate aiutano a realizzare oltre al liscio prefetto anche il mosso con ricci o cononde fantastiche.

Grazie alla sua tecnologia ogni ciocca trattata scivola con estrema facilità senza sforzo e senza alcun rischio che resti impigliata o peggio ancora che i capelli si spezzino, perché viene idratata da uno strato protettivo che mantiene i capelli forti e luminosi.

Per una maggior sicurezza è dotata della funzione sleep-mode, che consente alla piastra di spegnersi autonomamente se non viene utilizzata per circa mezz’ora.

Come regolare la barba idee e soluzioni

La barba è una delle cose alle quali l’uomo tiene di più, oltre ai capelli, essa esprime la sua personalità e se ben curata incornicia il volto e da risalto ai lineamenti del viso.

Una igiene trascurata può generare tutta una serie di problemi, sia da punto di vista estetico che da quello della salute, possono insorgere infezioni che generano prurito e di conseguenza fastidio e disagio nello stare al contatto con le altre persone.

Se la lunghezza della barba varia a seconda dei gusti personali, la regola fondamentale per i barbuti è massima igiene e pulizia.

Mostrare una bella barba che ispiri un senso di pulizia ed ordine, vuol dire prendersene cura ogni giorno, iniziando con il lavaggio, perché la barba produce oli come i capelli essendo una loro continuazione, fatto naturalmente con uno shampoo specifico e di qualità.

Per donarle una piacevole morbidezza al tatto si possono usare dei balsami o l’olio, in grado non solo di ammorbidire il pelo, ma di penetrare in profondità andando ad idratare anche la cute sottostante.

Una pelle secca facilita la ricrescita di dolorosi peli incarniti, dopo la detersione necessita di una delicata pettinata, partendo dalla radice, nella zona dell’orecchio verso il mento, seguendo il pelo per tutta la sua lunghezza, una regolare spazzolata eviterà la formazione di nodi

La barba una volta raggiunta la lunghezza desiderata necessita di una definizione che meglio si adatti alla forma del viso ed al look di chi la porta.

Molti preferiscono ricorrere all’uso delle forbici, come fa il barbiere, ma se siete poco esperti o poco manuali, il modo più veloce e sicuro di farlo è quello di munirsi di un Regolabarba.

E’ sempre preferibile regolare la barba ad una lunghezza maggiore di quella desiderata, se il risultato non soddisfa si potrà sempre procedere con un secondo ritocco.

Mettetevi davanti ad uno specchio abbastanza grande, meglio se multi angolo per vedere le zone più nascoste e dotato di una buona luce, partendo dalle orecchie con movimenti fluidi prosegui verso il basso.

Procedete a definire i contorni, accorciando la zona baffi, basette quella del mento, cercando di seguire sempre una certa simmetria, per facilitarvi l’operazione potete usare un pettine come guida.

Infine ridefinite il collo una zona molto difficile da radere, dove la crescita di peli può assumere diverse direzioni, bisogna seguire il senso di crescita, è sempre meglio ammorbidirli per evitare la ricrescita di quelli incarniti.

Se durante il taglio notate qualche difficoltà nel procedere del regolabarba, assicuratevi che tra il pettine e le lame non si siano accumulati dei peli, eventualmente rimuoveteli.

Una volta finito passate sul viso una lozione idratante e pulite bene il regolabarba prima di metterlo a posto.